Responsabili

7 poltrone per 9 deputati: la ricetta del rimpasto

Ricetta del : 9 personaggi del gruppo di Iniziativa Responsabile, un “pizzico” di pressione politica per garantirsi lo scranno, un premier che salva la maggioranza per mezzo dell’azione dei suddetti, 7 posti di vario genere nel . Et voilà, il è servito. Entro venerdì, nel prossimo Consiglio dei Ministri, assegnerà i nuovi posti.

Ma andiamo a vedere i singoli ingredienti del rimpasto, i , e lo scranno che andranno a ricoprire: Catia Polidori, ex Futuro e Libertà, dovrebbe avere un posto da sottosegretario; Aurelio Misiti, ex Movimento per le Autonomie, è dato come viceministro alle Infrastrutture; Bruno Cesario, ex del Partito Democratico e Alleanza per l’Italia, è in corsa per un ruolo da sottosegretario; Roberto Rosso, ex finiano, anche lui candidato come sottosegretario; Luca Bellotti, altro finiano, sottosegretario all’Agricoltura o all’Ambiente; Daniela Melchiorre, liberaldemocratica, un ruolo nel Ministero dello Sviluppo Economico; Francesco Pionati, ex UDC, sottosegretario allo Sviluppo Economico con delega alle Comunicazioni; Massimo Calearo, viceministro allo Sviluppo Economico.

Ma gli “ingredienti” lasciati fuori dal rimpasto sono abbastanza instabili: motivo per cui il Governo ha promosso un disegno legge per aumentare il numero dei componenti del Governo fissati per legge. A carico delle tasche dei contribuenti.

Redazione YouFOCUS.TV




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *