Maya2

21/12/2012 – Maya, tra antica cultura e superstizione moderna

[ADSENSE 1]
Il è stato eletto a furor popolare come l’anno della , il tutto grazie ad una sedicente ed incompresa profezia di origine . Nonostante tutto il parlare di questa data dal sapore vagamente palindromo, ben pochi sanno con esattezza a cosa si riferisce.

Tentiamo di fare un po’ di luce: i Maya, come anche altre culture definite Mesoamericane, misuravano il tempo per mezzo di complicati calendari, uno a scopo religioso che contava 260 giorni ed uno solare di 365 giorni.
Le date di questi due calendari erano combinate per creare cicli di 18.980 giorni, l’equivalente di 52 anni circa. Un terzo calendario, definito come “”, calcolava il tempo trascorso dalla data della creazione del mondo, posizionando tale fatidico giorno in corrispondenza del 3114 avanti Cristo del calendario gregoriano. Il “”, a differenza degli altri calendari, era progressivo e suddivideva il tempo in cicli della durata di 144.000 giorni. Il 20 dicembre 2012 terminerà quindi il tredicesimo ciclo del “”, ed il 21 dicembre 2012 sarà il primo giorno del quattordicesimo ciclo.

Secondo il Popol Vuh, uno dei principali documenti sulla religiosità e mitologia Maya, l’attuale “Lungo Computo” è il quarto in ordine di tempo: difatti gli dei avrebbero distrutto le tre precedenti creazioni del mondo ritenendole un fallimento. La terza creazione fu annullata al termine del tredicesimo ciclo, data che ricorrerà nuovamente alla fine del 2012. Inutile dire che queste nozioni non riportano alcun riscontro scientifico.

La previsione di catastrofi in data del 21 dicembre 2012, o in prossimità di tale giorno è considerata un errore dalla corrente principale degli studiosi degli antichi Maya, sebbene comunemente citata nei mezzi di comunicazione popolari, che non fanno altro che dare ridondanza al mito della fine del mondo. Difatti secondo Sandra Noble, direttrice esecutiva della Fondazione per gli studi avanzati Mesoamericani, “Considerare il 21 dicembre 2012 come un giorno del giudizio o un momento di cambiamento cosmico è un’invenzione assoluta ed un’opportunità per molte persone di lucrare”. La fine di un ciclo era visto dai Maya semplicemente come un’occasione di grandi celebrazioni per festeggiare l’ingresso in una nuova epoca. In questo caso nel quattordicesimo ciclo del “Lungo Computo”.

Redazione YouFOCUS.TV
[ADSENSE 2]




One thought on “21/12/2012 – Maya, tra antica cultura e superstizione moderna

  1. Enzo

    Buongiorno,
    vi segnalo un’app per smartphone che abbiamo sviluppato per far conoscere tutte le teorie sull’anno 2012.
    Si chiama 2012 TheCrossing. La trovate su iTunes store e Android market.
    In questo blog potete avere un preview dei contenuti testuali presenti nell’app.
    http://2012thecrossing.wordpress.com/
    Grazie per l’attenzione.
    Enzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *