2020 Il presidente Andrew Yang promette “Fun Bitcoin White House”

Da CCN: Criptovaluta è saldamente all’ordine del giorno nella corsa presidenziale del 2020 (e no, non sto parlando di John McAfee). Il candidato pro-bitcoin Andrew Yang sta salendo tranquillamente attraverso il campo democratico accatastato come un serio contendente per la Casa Bianca.

In un discorso programmatico tenutosi ieri alla conferenza di consenso, ha raddoppiato il suo programma criptico.

“Se sono alla Casa Bianca, oh, ci divertiremo un po ‘in termini di comunità di criptovalute”.

Visitato oggi con i miei amici al Consensus. La blockchain ha un grande potenziale. Grazie a @NeerajKA. pic.twitter.com/aGnMttDN7J

– Andrew Yang (@AndrewYang), 15 maggio 2019

Andrew Yang: fare del bitcoin un problema per la campagna 2020

Yang potrebbe predicare al convertito al consenso, ma sta prendendo la sua posizione pro-bitcoin sulla pista della campagna. Come riportato da CCN, ha pubblicato un chiaro manifesto sul regolamento bitcoin come parte della sua campagna. Si impegna a:

“Crea linee guida chiare nel mondo dei beni digitali in modo che aziende e privati ​​possano investire e innovare nell’area senza timore di un cambiamento normativo”.

Yang ha aperto la sua piattaforma alle donazioni di bitcoin e criptovalute. Ha persino twittato su bitcoin fin dal 2013:

Sento che la correzione del prezzo del bitcoin renderà alcuni Fellows nervosi http://t.co/VGCkXqtcLg #takesomeoffthetable

– Andrew Yang (@AndrewYang), 7 dicembre 2013

Parlando con Bloomberg, ha detto che la protezione del consumatore è anche una questione chiave. “Abbiamo solo bisogno di fornire regole di strada”. Era anche critico nei confronti di BitLicense di New York che “ha avuto un effetto raggelante sul mercato dei beni digitali statunitensi”.

Yang è un serio concorrente?

Andrew Yang è decisamente un campo lungo in un campo guidato dagli statisti più anziani, Joe Biden e Bernie Sanders. Ma Yang ha raccolto un enorme seguito online dopo le apparizioni sul podcast di Joe Rogan e altri. Come riporta Time, il suo seguito online sta iniziando a trasformarsi in enormi folle del mondo reale.

Stiamo votando al 3%, abbiamo raccolto oltre $ 3 milioni e solo una piccola percentuale di persone ha sentito parlare di noi. Man mano che sempre più persone scoprono questa campagna e l’economia rivoltata, non ci fermeremo. Possiamo andare fino in fondo. pic.twitter.com/v1d1pRFzuA

– Andrew Yang (@AndrewYang), 14 maggio 2019

Alcuni sondaggi lo hanno messo al 3%, più alto di alcuni nomi affermati nel partito democratico. Il suo appello agli elettori più giovani sta scatenando una campagna di base che potrebbe vederlo salire sul campo.

Yang ha assicurato i necessari 65.000 donatori, permettendogli di apparire nei primi dibattiti. Significa, per la prima volta, che potremmo vedere i bitcoin dibattuti su un palcoscenico politico nazionale.

Politiche controverse

Nonostante la sua posizione pro-bitcoin, Yang non sarà abbracciato universalmente dalla comunità cripto. Molti nello spazio, compresi gli scrittori esperti di CCN, sono contrari alla proposta di base del reddito di base universale di Yang. La campagna promette “ogni americano di età superiore ai 18 riceverà $ 1.000 al mese”.

Universal Basic Income è un pagamento periodico in contanti incondizionato consegnato a tutti i cittadini, senza test di mezzi o requisiti di lavoro. Tutti ricevono la stessa quantità di denaro: i senzatetto e il miliardario. Nessuna domanda chiesta. Per sempre. pic.twitter.com/VhiitjoRzR

– Andrew Yang (@AndrewYang), 20 novembre 2018

Yang ha anche reso “Medicare per tutti” un principio guida della sua campagna. L’estraneo sta guadagnando la trazione tra i giovani elettori democratici che sono disillusi con le cifre della costituzione del partito. Come diceva un 22enne:

“Tutti gli altri in gara, hanno praticamente le stesse idee esatte e non so davvero perché voterebbero per Joe Biden contro Beto O’Rourke … [Yang è] in realtà parlando di problemi reali”.

Mentre il campo Democratico si espande fino allo scoppio, Yang sta facendo tagli attraverso il rumore e mettendo il bitcoin saldamente all’ordine del giorno. Un bitcoiner alla Casa Bianca? Forse non ancora, ma con Yang in gara possiamo aspettarci che le criptovalute diventino un punto chiave di discussione nella campagna 2020.

LEGGI DI PIÙ…

Fonte immagine: https://morguefile.com/ (https://morguefile.com/)

Andrea Russo

Andrea Russo

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *