Tributi Italia

100 milioni spariti da Tributi Italia:”Finiti nei conti dell’AD”

[ADSENSE 1]
100 milioni di euro riscossi per conto di centinaia di Comuni da Spa sembra siano stati distratti a favore di società riconducibili all’amministratore . Dai conti sono stati tracciati prelievi giornalieri anche di 10mila euro, autovetture di lusso, yacht e aerei privati, soggiorni in località lussuose e feste mondane. E ad aggiungersi a questo il fatto che oltre 1000 dipendenti della Spa avrebbero perso il lavoro.

La di Genova ha arrestato 5 persone, tra cui l’amministratore delegato di Tributi Italia, Giuseppe Saggese, per un danno accertato di quasi 100 milioni di euro a carico di 400 Comuni italiani che avevano affidato alla società la riscossione delle proprie entrate.

L’azienda, acquisite le somme provenienti dalla riscossione dei tributi, le tratteneva sui propri conti correnti. Tali fondi venivano poi distratti a beneficio dell’amministratore di fatto dell’ìmpresa di riscossione attraverso operazioni con imprese collegate, documentate come consulenze. piani di riorganizzazione aziendale e operazioni societarie straordinarie.

Le attività di hanno verificato, in modo certo, l’appropriazione di fondi per circa 20 milioni di euro. E Tributi Italia, a fronte delle numerose denunce presentate dai Comuni vittima delle appropriazioni, è entrata in stato di insolvenza, venendo dichiarata fallita dal Tribunale di Roma.

E di fronte a questo ennesimo scandalo a farne le spese sono stati i dipendenti: oltre 1000 persone sono state licenziate da Tributi Italia, altrettante sono in cassa integrazione. E alcuni Comuni sono sull’orlo del dissesto finanziario.

Redazione YouFOCUS.TV
[ADSENSE 2]




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *